1953/63

1964/74

1975/85

1986/96

1997/00







home page  
bibliografia  
esposizioni · opere · eventi  
le tracce  
spazio commercialeff
guestbookfff

Maiim

  



ESPOSIZIONI · OPERE · EVENTI

1925

Il 1° Agosto nasce Mario Giacomelli.

 

1934

Muore il padre Alfredo Giacomelli

 

1938

Inizia a lavorare presso la Tipografia Marchigiana come garzone. Nasce l’interesse per l’arte e le prime prove pittoriche.

 

1945
1946

Ricostruisce la Tipografia Marchigiana colpita dalla guerra e ne diventa comproprietario.

 

1953

Vigilia di Natale, Mario Giacomelli acquista una Comet Bencini (data su doc. d’acquisto e testimonianza della moglie che ricorda “Era l’anno 1953 la vigilia di natale. Mi ricordo bene, perché l’anno dopo mi sposò.
Il giorno di Natale corse al mare per provarla. Nei giorni seguenti io feci dei ritratti a lui e lui a me.”).

“l’approdo” esiste una versione con stella di mare sulla ciabatta e una senza.

1954

Nei primi mesi conosce l’avvocato Giuseppe Cavalli.

Alle 8:30 del 24 Aprile Mario Giacomelli e Anna Berluti si uniscono in matrimonio.

Paesaggio italiano con figura. Mostra concorso di fotografia, Palazzo Pomponi, Pescara.11-25 agosto

“VIII mostra internazionale annuale della tecnica fotografica” Ass.fotografi professionisti di Bologna. Opere presenti: “Approdo” “Testa o croce”

Il 4 dicembre viene costituito ufficialmente il gruppo fotografico “Misa”, nome preso dal fiume che attraversa la città di Senigallia, di cui Giacomelli è cassiere, Cavalli direttore artistico, il dott. Adriano Malfagia presidente e il futuro avvocato Ferruccio Ferroni era segretario.

“Mia moglie”

“il misantropo” “tre donne” “I figli”

“fiamme sul campo” “Forme”

“i ragazzi che giocano” “testa o croce” “tristezza” “la foglia” “le minorenni” “attorno a me” “il pittore” “fuga dalla prigione” “donna con bimbo” “tabacco” “La Madre (chiamata anche «La moglie del giardiniere»)” “Nature morte” “La Strada delle M.” “Attorno a me”

Primi paesaggi

1955

Manda alcune opere ad un concorso a Castelfranco Veneto e vince il primo premio in quattro categorie, tra cui il miglior complesso di opere; tra i giurati: Paolo Monti e Fulvio Roiter. 6 – 20 marzo

II mostra internazionale di fotografia artistica, Salone del Mutilato, Ancona. 15-31 gennaio

“VI mostra nazionale di fotografia artistica” Ravenna. Opera segnalata “Giugno”. Settembre.

“Premio città di Padova” Palazzo Pedrocchi. Terzo premio con il complesso “I mesi”

I concorso internazionale di fotografia artistica “Orso d’oro” Biella. 4-14 novembre

Mostra sociale Ass. foto. Misa, Genova. 3-16 novembre

“Nature morte”

Vita d’ospizio”(inizio)

le foto all’ospizio sono il primo racconto di Giacomelli (vedi Le Tracce)

 “Storie di terra

1956

Il 7/3/1956 riceve telegramma con scritto: “Benvenuto nella Bussola ++ Cavalli Vender Leiss Bonzuan ++”

Con l’associazione “La Bussola” (da cui si distaccherà presto per divergenze di idee) espone a Roma.

Con l’associazione “Misa” sempre a Roma.

III mostra internazionale di fotografia, Venezia. Giugno

Premio Napoli 1956. Mostra-concorso internazionale di fotografia artistica, padiglione Pompeiano Villa comunale, Napoli. 28 luglio 5 agosto. Vince il primo premio con l’opera “La moglie del giardiniere”

Prima mostra internazionale di fotografia artistica per invito. Fotoclub Pescara, Palazzo Pomponi. Partecipa con le opere: La moglie del giardiniere (che poi verrà chiamata Mia Madre); Elvira; Tabacco; Luglio. Dal  24 agosto al  9 settembre.

“Seconda mostra nazionale di fotografia”. Bergamo, a cura del centro turistico giovanile. Vince il primo premio assoluto con “Don Michele”

Premio Città di Sondrio. 16 dicembre 1956 – 6 gennaio 1957. vince il premio Città di Sondrio per il miglior complesso d’opere

Vita d’ospizio”(continua)

 “Nudi”

“Paesaggi”

“La modella”

“L’impressore”

1957

Mostra concorso nazionale “Vita agricola” Torino. Vince il secondo premio. Maggio 1957

2° Salone Internazionale d’arte fotografica, Palais de la Borse, Marsiglia. 1-15 luglio

IX mostra naz. di fotografia artistica, Palazzo Madama, Torino.

I mostra naz. foto artistica, Arezzo. 21 dicembre 1957 – 6 gennaio 1958. Vince il terzo premio con “nacht club”

Vita d’ospizio”(fine) “Scanno” “Lourdes” “Zingari” “Paesaggi”

1958

Espone “Vita d’ospizio” alla galleria Il Naviglio di Milano. 18 Ottobre

Vince il primo premio alla terza mostra nazionale di Fotografia artistica “Rosa del Tirreno” con la foto “Scanno N. 4” (l’anziana donna vestita di nero in primo piano a sinistra e sullo sfondo, in alto, uomini con il cappello)

“Puglia”-“Studenti” “Paesaggi”

1959

Paesaggi e nature morte , Biblioteca comunale Milano. 12 Dicembre. Presenta G. Turroni. Vedi Bibliografia.

“Scanno” “Loreto” “Mare” “Paesaggi”

“La pineta di Ravenna”

1960

Racconta con immagini la città di Fermo a Campanile Sera per Luigi Crocenzi.

XII Triennale di Milano c\o il Palazzo dell’Arte. 16/7 – 6/11

Circolo fotografico milanese, Milano. 29 Ottobre; tra le opere esposte: paesaggi marchigiani, abruzzesi e pugliesi, “Portonovo” “Vecchi fusti” “S.Nicandro” “Grano” “Lourdes” “Fedele alla terra” “La modella” “Elvira”

“Un uomo, una donna, un amore” il

cui titolo originale è “Un uomo, una donna… e tutto ora mi sembra un sogno.”

“Paesaggi”

1961

Muore l’Avv. Giuseppe Cavalli

Grazie a Elio Vittorini  ottiene dalla casa editrice britannica Pinguin Book una richiesta d’immagine per la copertina dell’edizione inglese di “Conversazione in Sicilia”. La foto faceva parte della serie “Gente del sud” poi cambiata in “Puglia” (tre uomini seduti su di una scalinata, e due scalini più su di loro, una gallina.)

Società fotografica subalpina, Torino

Gallerie du Studio 28, Parigi

“Mattatoio”- “Pretini” (inizio)

1962

« Paysage, Natures Mortes, Vie d’hospice. »Galerie du studio 28, Parigi. 3 – 31 Gennaio

Casinò del commercio, Tarrasa, Spagna. 1-15 Luglio

Club fotografique le 30x40, Parigi

Azienda autonoma di soggiorno, Senigallia. 15-31 agosto

Exposocion Aixelà, Barcellona. 20 ottobre- 1 novembre

IV biennale di fotografia, Palazzo Pomponi, Pescara. 12-30 agosto. Vince il premio “Giuseppe Cavalli” per il miglior complesso di opere “Un uomo, una donna, un’amore”

“Pretini” (continua)

 “Paesaggi”

1963

Insieme ad una retrospettiva di G. Cavalli, personale di M. Giacomelli, Senigallia. Voluta ed organizzata dal Proff. Sandro Genovali e dal critico G. Turroni.

Espone la serie de “I seminaristi” presso lo stand de la “Ferrania” alla Photokina di Colonia.

Piero Racanicchi mostra la serie di Scanno a J. Szarkowski, direttore del dipartimento di fotografia del MOMA

“Pretini” (fine)

Da una selezione delle foto denominate <Pretini> nasce la serie “Io non ho mani che mi accarezzino il volto” 1961/62/63 da una poesia di Padre David Maria Turoldo.

“Paesaggi”

1964

John Szarkowski presenta la serie “Scanno” al Museum of  Modern Art di New York, che acquista alcune immagini tra cui il “Bambino di Scanno”. L’esposizione prevista slittò di due anni.

Racconta con immagini per la RAI – TV la poesia di G. Leopardi “A Silvia”

II concorso internazionale foto artistica “torrione d’oro”, Gradisca d’Isonzo. 30 maggio 9 giugno. Vince il primo premio per la serie “Un uomo, una donna, un amore”

Circolo Fotografico Milanese. Dal 13 al 30 aprile. Sull’invito scrive Antonio Arcari: “Giacomelli è stato tra i primissimi a tentare – tra l’altro…- le vie nuove del racconto e a rinnovare per ogni racconto modi e forme espressive, non certo per il gusto della novità e della moda e neppure sotto la spinta soltanto della fantasia e dell’inventiva, ma per un’intima e profonda necessità di conoscere la realtà e di riproporcela secondo un suo metro, in una oggettivazione nuova e corrispondente alla sua visione.”

“Paesaggi”; “A Silvia” (prima versione realizzata su sceneggiatura scritta da Crocenzi)

1965

Antologica, Biblioteca Comunale, Città di Milazzo. 21-30 giugno

III Biennale di fotografia. Mostra ad invito, biblioteca comunale “Ada Negri”, Bollate. 12-26 settembre. Vince il primo premio con la serie “La buona terra”.

Internazionale Fotoaustellung,  Bifora, Berlin. Maggio-giugno

Southern Vermont Art Center di Manchester

Wells College Aurora, New York

Baltimore Museum of Art, Baltimora.

Galleria Town,  Londra

Collaborò ad illustrare il volume “Mi esprimo con l’arte” dell’editore Felice Le Monnier

“La buona terra” (inizio) titolo suggerito da un libro di Pearl S. Buck, ma non c’è attinenza con il testo.

“Paesaggi”

1966

Mostra antologica di Mario Giacomelli, saletta Old Bridge, Firenze. 16-30 aprile

Mostra antologica M. G. Salone del Broletto, Novara. 16-23 novembre. Sull’invito è riportato un breve omaggio scritto da Paolo Monti: “…Giacomelli è tra i più grandi fotografi del nostro tempo. Sono certo che Eugene Smith, forse il più grande fotografo del mondo, firmerebbe volentieri molte sue fotografie di Vita d’ospizio e di Un amore. Ed anche Cartier Bresson potrebbe far suoi alcuni “Pretini”…

“The photographer’s Eye” Museum of Modern Art a cura di John Szarkowski. Mostra da cui  più tardi nascerà il volume Looking at Photographs.     

George Eastaman House, permanent. Rochester, New York. 

“La buona terra” (continua)

da una selezione di foto tratte da “Vita d’Ospizio” e quelle scattate nello stesso luogo dal 1966 al 1968, nasce la serie “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” visione fotografica della poesia di Cesare Pavese.

“Spazio poetico” fotografie a colori che continuerà a scattare saltuariamente fino al 1975

“Taglio dell’albero” – Ci tengo a precisare la data di questa serie, non tanto contro le piccole imprecisioni di uno o due anni, ma per correggere una data pubblicata su un foglio da una importante istituzione nel campo della fotografia internazionale, quindi non 1999 (come trovo con sorpresa pure su di un cataloghino d’altri luoghi, del 2000), ma 1966/68. La differenza è di 30 anni. La data precisa di inizio serie è documentata da una lettera destinata al prof. Piero Racanicchi, datata appunto marzo 1966, in cui il fotografo parla del lavoro appena iniziato sul «Taglio dell’albero» “…Ora ho scoperto la realtà che ho dentro di me. Distruggo l’oggetto e lo ricostruisco senza tenere conto della realtà oggettiva. È come un gioco d’amore tra la realtà e il risultato fotografico.”

1967

Kabinet fotografie, presidente Peter Tausk. Brno, Cecoslovacchia. Marzo

Premio Michelangelo. Marina di Pietrasanta (Lucca). Circolo fotografico Versiliese. Sezione Bianco/Nero 1°premio “Michelangelo d’oro” a Mario Giacomelli per l’opera “Scenderemo nel gorgo muti”. Viene segnalata l’opera a colori “Natura morta con Fichi”. Tra le stampe a colori ammesse c’era anche “Lourdes 67” (la data si riferisce alla stampa)

“Photography in the fine arts” 179 finecontemporary photographs by 160 photographers at The Metropolitan Museum Of Art. Marzo.

“La buona terra” (fine)

“Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” (cont.)

1968

Mostra collettiva dei fotografi Alfredo Camisa, Mario Giacomelli, Francesco Giovannini, Giulio Parmiani, al Palazzo Pomponi di Pescara. 14-22 novembre

Europa 68, Palazzo della Regione, Bergamo. Ottobre

Mostra nazionale di fotografia premio città di Padova, Sala della Gran Guardia, Padova. 13-27 ottobre. Vince il primo premio con il miglior complesso di opere “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”. Stessa cosa che successe al V concorso nazionale “torrione d’oro” a Gradisca d’Isonzo a luglio.

“Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” (fine)

“Il cantiere del paesaggio”

1969

Viene realizzato un cortometraggio dal regista Michele Gandin dal titolo “Un fotografo”

Sala de exposiciones del casino del commercio de Tarrasa, a Tarrasa insieme a Renzo Tortelli. 14 – 28 Aprile

Mostra personale, Palazzo Strozzi, centro d’incontro per stranieri, Firenze. 9- 15 maggio

“Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” Ept e Proloco, Castelnuovo. Settembre

Il Diaframma, Milano

Circolo Italsider, Trieste

Gruppo fotografico “La Soffitta”, Firenze. Aprile

VI Biennale Int. di Fotografia. Pescara, 30 agosto – 10 settembre

Galleria il Centro. “Giacomelli e Sabbatini” Mostra di Pittura. Jesi

 

1970

Galleria Centro Brera (con Helmut Schober), Milano. 15 dicembre 1970 – 5 gennaio 1971

Rassegna fotografica d’autore, Rimini, Sala dell’Arengo. Partecipa con 39 foto di “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”         26 aprile 3 maggio

“Giacomelli-fotografie” Istituto d’Arte, Ancona

 

1971

Negli anni ’70 Giacomelli prova il lavoro a 4 mani.Un pittore scatterà delle foto sull’alto Atlante in Marocco, Mario Giacomelli stamperà e darà il suo taglio all’intero reportage.

Nello stesso anno un’altra persona nel Ladak(?) eseguirà altri scatti da cui nascerà un lavoro completamente diverso, Giacomelli eseguirà soltanto le stampe senza elaborazioni e tagli personali. Firmerà alcune delle foto su richiesta dell’autore, non per rivendicare qualche paternità, ma per una iniziale intenzione ad intervenire in futuro su quelle foto. Cosa che non farà mai.

“Caroline Branson” (inizio) Serie ispirata da una poesia all’interno della Spoon River Antology di Edgar Lee Master

1972

Profil Komorna Galeria Fotografie, Praga. Agosto

Biblioteca Nazionale. Parigi

“Caroline Branson” (continua)

1973

Five masters of european photography: Ed Van der Elsken, Mario Giacomelli, Norbert Ketter, Bruno Barbey and Thomas Hopker; The photographers’ Gallery, Londra. 3-26 gennaio

Fotografie Mario Giacomelli, International Cultureel centrum, Anversa. 3 novembre/2 dicembre

Looking at Photographs, MOMA, New York

“Mario Giacomelli” Galerie Basilisk, Vienna

“Mario Giacomelli” International Cultureel Centrum Meir, Canada

“Caroline Branson” (fine)

1975

100 volte Mario Giacomelli, circolo fotografico, Potenza Picena. Marzo

Galleria Casino del Commercio, Tarrasa. 12-20 aprile

Victoria & Albert Museum Londra

Partecipa con “Vita d’ospizio” alla prima “Arte Fiera” di Bologna. L’esposizione, collettiva, prende il titolo di “Dalla parte dei fotografi”. 28/5 – 8/6 1975

 

1976

Exposiciones de fotografias Mario Giacomelli, Agrupaçion fotografica, San Adrian de Besos. 25 marzo 4 aprile

Circolo fotografico bolognese, Bologna. 14 maggio

Mostra antologica di Mario Giacomelli. Foto club Pescara. 13-19 maggio

“spazio poetico” foto a colori

1977

The photographer’s gallery (con Imogen Cunningham) Londra.


I paesaggi che fino ad ora sono stati raccolti sotto i titoli “paesaggi”, “storie di terra” e “il cantiere del paesaggio” ora divengono “Presa di coscienza sulla natura” a causa di una diversa visione maturata e una diversa realtà che stava manifestandosi nel mondo.

“luglio” paesaggio

1978

Fotografie di Mario Giacomelli, Accademia Americana, Roma. 15 novembre 31 dicembre

Images des Hommes, 18 fotografi europei, Studio du Passage44, Bruxelles. Dalla fine di settembre è stata poi ospitata in : Gand, Hasselt, Charleroi (dicembre)

The spirit of new landscape, 6 contemporary photographers, Bowdoin College Musesum of Art, Brunswik, Maine. 20 gennaio 13 marzo

“Documenti d’identità territoriale” galleria Rondanini, Roma 21 giugno 30 settembre

“L’immagine provocata” Magazzini del Sale, Venezia. 2 luglio 15 ottobre

Musée Nicéphore Niépce, Chalon-sur-Sâone

“Presa di coscienza sulla natura” Paesaggi

1979

Visual Studies Workshop, Rochester, U.S.A. 21 settembre 19 ottobre

Biennale di Venezia

“Presa di coscienza sulla natura” paesaggi

1980

Jeb Gallery, Providence, Rhode Island. 3 settembre 11 ottobre

Rhode Island School of Design Museum, Providence U.S.A. 7- 30 November

Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Dipartimento Università di Parma, Palazzo della Pilotta, Parma. 10 maggio 13 settembre. Articolo di G. Turroni sul Corriere della sera

“Giacomelli 29 landscapes”, Light Gallery, New York. 5-26 gennaio

Galerie Robert Delpire Paris. 21 gennaio 23 febbraio

Palazzo Pianetti Jesi

Circolo culturale “Pablo Neruda”, Palazzo comunale, Università di Camerino.

Scatta alcune foto ai gabbiani al mare, ma non è soddisfatto, dice di sentirsi un turista. Sarà nel 1983 che comporrà una grande serie sui gabbiani con foto fatte quasi esclusivamente presso la discarica di Senigallia.

“Spazio Poetico” foto a colori.

1981

“Mario Giacomelli: paesaggi 1955-1981” Galleria Rondanini, Roma. 16 dicembre 16 gennaio

Accademia delle Belle Arti di Urbino. 8 luglio 30 agosto

     Galleria Nuova Fotografia, Treviso

“Non fatemi domande” e “Sala d’aspetto”  nascono dall’ultima visita fotografica all’Ospizio. Terminerà nel 1983

1982

Sotheby’s photographs, New York Galleries.

“Mario Giacomelli” Centro Nuova Cultura – Centro artistico “G. Ar” Lucera 4 – 18 dicembre. All'interno dell’invito è presente uno scritto di Mina Cavalli che potete leggere in Bibliografia…

Pinacoteca “A. Mancini” Oderzo.

Photokina , Colonia.

“Twentieth-century Photographs from the Museum of Modern Art” Seibu Museum of Art, Tokyo. 2-19 ottobre

“Fratello uomo sorella terra” VIII Centenario Francescano, San Severino. 23-31 ottobre

Dalle foto a colori nasce la serie “La realtà m’investe” (inedita) titolo tratto da una sua poesia (il testo lo troviamo nella sezione “Poesie”)

1983

University of Hawaii Art Gallery, Honolulu 16 gennaio 18 febbraio 1983

“Mario Giacomelli a retrospective 1955-1983” mostra itinerante Gran Bretagna- Irlanda. 28 ottobre 1983 settembre 1985

“Mario Giacomelli fotografie 1953-1983” Palazzo degli Anziani, Ancona luglio-agosto

The Yuen Lui Gallery, Seattle. 5 aprile 7 maggio

“Mondo poetico. Fotografie a colori” Galleria Fotografis, Bologna.

“Mario Giacomelli fotografie 1955-1982.” Fotografia oltre. Chiasso

Exposition fourth annual international fine art photography, AIPAD, New York

“Mario Giacomelli fotografie 1953-1983” Biblioteca comunale Città di Castello

La Chambre Claire,  Paris.

“ Il mare dei miei racconti ” Giacomelli effettua  da quest’anno fino al 1985/86 gli scatti, ma elaborerà la serie fino al 1994.

“I gabbiani” serie nata per illustrare una “piccola poesia” di Mario Giacomelli che conto di rintracciare.

1984

“Maestri della fotografia creativa contemporanea in Italia” Museo Puskin, Mosca, URSS. Le opere rimarranno al Museo per esposizione permanente.

Musée Nicephore Niepce, Chalon sur Saone. 4 maggio 24 giugno

Fotoclub « il bacchino » Prato. 22 dicembre 6 gennaio 1985

XV Rencontres internationales de la photographie, Salle Capitulaire, Arles. Assieme a Marilyn Bridges. Luglio

Academy of Art, Honolulu. Novembre

Camera International, Amsterdam.

The Photographers’ Gallery, Londra.

Centre Niçois de photografie documentaire, Nizza. Settembre

Centro internazionale di Brera, Milano, novembre.

Museo Arti Estetiche, Pechino

“I gabbiani”

“Favola per un viaggio verso possibili significati interiori (ferri ritorti)” alcune immagini all’interno della serie sono state realizzate alla fine degli anni ’70 e nel 1983.

“ Il teatro della neve” questo titolo comprende due diverse serie che si ispirano ad altrettante poesie di Francesco Permunian: “Ho la testa piena, mamma…” e “Luna vedova…”

1985

Chiostro delle Grazie, Senigallia.

The Glasgow school of art. Aprile/maggio

Stephen Wirtz Gallery, San Francisco

Galerie Municipale du Chateau d’Eau, Tolosa. Gennaio

Visual art Department, Aberystwyth

“Il dopoguerra dei fotografi” Galleria Comunale d’Arte Moderna, Bologna

Dal 30 Marzo al 28 Aprile importante retrospettiva, organizzata dal Comune di Empoli, presso l'Ex Convento di Santo Stefano Degli Agostiniani in Empoli ( Fi) . 230 foto e la pubblicazione di un catalogo andato completamente esaurito.

“Mario Giacomelli”: retrospettiva 1955-1983 Art Council Gallery, Belfast. Dal 5/6 al 25/7

la stessa di sopra a Dublino il mese dopo.

“Mario Giacomelli” presso la sala della residenza municipale di Lonato. Le foto esposte saranno poi donate al comune.

Circolo “Pret a Photo” di Osimo

IV Incontro Biennale della Fotografia Italiana. Ottobre.

“Paesaggio Simone”

“Il teatro della neve” continua

“Ninna Nanna” inizio serie narrante la poesia di Leonie Adams.

1986

Anne Weber Gallery, Georgetown. Giugno-luglio

Camarthen Museum, Galles. Luglio

“Mario Giacomelli: Paesaggi” e “La gente” Robert Kline Gallery, Boston. 6-31 maggio

Salone “La Stampa” Torino. Ottobre

Galleria G. AR. Lucera, “Il teatro della neve” e “ho la testa piena mamma”

“A retrospective 1966-1983” The Marylebone Road Gallery

Auditorium Mori, Bolzano

Biblioteca Comunale, Teolo

Istituto Superiore Industrie Artistiche. ISIA, Urbino

“Dare Avere” fotografia contemporanea nella raccolta di Franco Fontana. Museo dell’Accademia L. di Belle Arti. Genova

Fondazione Corrente Milano

“Mario Giacomelli: uber die magie des altaglichen und landschaftsbilder” Fotogalleria Wien. Vienna

DLI Museum & Art Centre, Haykely Heads. Durham

“Mario Giacomelli: uber die magie des altaglichen und landschaftsbilder”, Neue Galerie der Stadt Linz Wolfgang Gurlitt Museum, Linz. 11 settembre 18 ottobre

Photoclub “Il Diaframma”. Falconara

Museum Bowdoin College, Brunswick (Maine)

“Il teatro della neve” completa

“Ninna Nanna” Continua

“Felicità raggiunta, si cammina” da una poesia di Eugenio Montale (inizio)

1987

Il regista Michele Gandin della RAI TV di Roma gira un cortometraggio sulle sue fotografie che raccontano una poesia di Francesco Permunian “Ho la testa piena, mamma, di fantasmi aguzzi”

Les petites frères des pauvres, Parigi

“Mario Giacomelli retrospective” Galeries Pablo Picasso, Denain 7 marzo – 5 aprile

Centre National de la Photographie, Palais de Tokyo, Parigi 10 dicembre 1987 – 29 febbraio 1988

“Mario Giacomelli Fotografie «Ninna nanna»; «Il teatro della neve»; «Spazio poetico»; Centre Cultural de la Caixa de Tarrasa, Tarrasa 18 dicembre – 8 gennaio

Villa Aichele, Lorrach 13 settembre

International Month of Photography, Atene

Museo Puskin, Mosca

Galleria AAB, Brescia

Galleria “Al ferro di cavallo”, Roma

Circolo Filologico Milanese, Milano

The Photographers’ Gallery, Londra

Saletta di Palazzo Roncale, Rovigo

“Mario Giacomelli” Centre Regional de la Photografie, Douchy – Francia 7 marzo – 5 aprile 

“Mario Giacomelli 1955-1986” Premio S.Veronica Ass. Icoflash, Chiesa S. Francesco, Mercatello sul Metauro (PS). 9 – 26 Luglio

Of People and Place. The Floyd and Josephine Segel Collection of Photography. Milwaukee art museum, 20 novembre 1987- gennaio 1988

“La fotografia a Genova” La Polleria immaginaria – centro dell’immagine.

“Ninna Nanna” Fine

«L’infinito » di G. Leopardi  

1988

Shadai Gallery, Tokio, aprile

Museo Universitario ChPo, Città del Messico, maggio

Piccole storie di terra, Palazzo dei Congressi, Firenze 29 ottobre – 1 novembre

Paesaggio italiano. Istituto Italiano di Cultura, Rio de Janeiro 16 – 19 luglio

Master photographs from “Photography in the fine arts”

Mario Giacomelli:  50 photos pour le Musée de l’Elysée

Palais de Tokio, Parigi

“Felicità raggiunta, si cammina” da una poesia di Eugenio Montale (fine)

“Passato” Visione d’una poesia di Vincenzo Cardarelli (inizio)

1989

International center of Photography, New York

Galleria Rondanini, Roma

Fondazione Vincent Van Gogh, Arles

Paesaggi – Palazzina ex Società Operaia, Spilimbergo

Biblioteca Civica, Lecco

Metropolitan Museum di Tokio

International Monetary Found, Washington

“Passato” Visione d’una poesia di Vincenzo Cardarelli (fine)

1990

Photofind Gallery, New York

Catherine Edelman gallery, Chicago

Mario Giacomelli racconta – Centro civico culturale, Sorbolo.

“Passato” di Vincenzo Cardarelli. Mario Giacomelli racconta. Atelier dell’Arco Amoroso, Ancona

Carrera de Fotografia. Escuela superior de diseño, Buenos Aires

Master of Light, Colonia

Gallerie Agathe Gailard, Parigi

Musée de l’Elysée, Losanna

Evans Gallery, Portland

“Antologica di Mario Giacomelli” Galleria “il filo d’Arianna”  Bergamo. 10/30 giugno

“Via col vento. Artisti italiani contro l’aids” Sala dei seicento, Palazzo Re Enzo, Bologna.

“Ritratto di un sogno” (inizio)

1991

11 Photographes, Le Hall de l’Espace, Jarny

“Mario Giacomelli racconta : L’Infinito ; Passato ; Ninna Nanna ” Camera Work, Centro Civico Culturale, Sorbolo. 10 febbraio – 5 aprile

Mario Giacomelli.“Storie di terra” . 100 fotografie, Galleria Bonomo, Bari

Galerie Agathe Gaillard, Paris

“Ninna Nanna”, Printworks Gallery, Chicago

De Vierdewand, Amsterdam

“Mario Giacomelli” Centre Vivant d’Art Cont. De Grignan. Rhône alpes. Luglio

Viene inserito nella collezione Toppan, tra i 54 fotografi contemporanei le cui opere sono destinate a formare il Museo Giapponese della Fotografia.

“Ritratto di un sogno” (continua)

1992

“Il pittore Walter Bastari visto da Giacomelli” , Ambasciata d’Italia in Svizzera, Berna

Galerie Vrais Reves, Lione, 25/9 – 30/10

"Mario Giacomelli" Museo d’Arte contemporanea, Castello di Rivoli, Torino

“Mario Giacomelli” Museo d’Arte Contemporanea, Nizza

“La Photographie contemporaine italienne” Galerie Municipale de Photographie « Espace Photo Angle ». Progetto di Franco di Gioia. Montpellier. 27 ottobre – 21 novembre

Premio internazionale di fotografia “Città di Venezia”

Dal 18 dicembre 1992 al 31 gennaio 1993, Augusto Allegri e Mario Giacomelli esposero insieme nella prestigiosa palazzina Mangani di Fiesole(FI) . Mostra intitolata " come Poesia- pensieri filosofici di Augusto Allegri e Mario Giacomelli". Catalogo con prefazione di Giuliana Scimè.

“Ritratto di un sogno” (continua)

“Il pittore Bastari”

1993

“Mario Giacomelli” James Danziger Gallery, New York. Gennaio

“Mario Giacomelli. Fotografie 1957/1993” Galleria Bello – Sguardo, Cagli

“Mario Giacomelli” Centre Louis Pergaud. L’Association Photographie E, 4-25 novembre.

“Ritratto di un sogno” (continua)

1994

“Mario Giacomelli. Prime opere” Photology, Milano

“Mario Giacomelli. Galleria d’arte moderna, Bologna

“Mario Giacomelli. The Camera Obscura Gallery, Denver

“Mario Giacomelli. Palazzo di Beit Edine, Beirut

“Mario Giacomelli.” Galleria Melesi, Lecco

“Omaggio a Spoon River” mostra di M.Giacomelli, presentazione del libro “Omaggio a Spoon River” di Roberto Sanesi Photology, Milano

“Scanno e i Pretini” The Photographer Gallery, Londra

“Fotografias de Mario Giacomelli” Palacio de Bellas Artes, Castillo de la Real Fuerza, Cuba

“Mario Giacomelli’s photographs” Fahey-Klein Gallery, Los Angeles

Riceve il Pantalin d’oro a Carrara di Fano. Il premio è riservato ad artisti che scrivono poesie. Nella giuria: Valerio Volpini, Luciano Anselmi, Carlo Bruscia, Roberto Giammattei, Gastone Mosci, Raimondo Rossi.

“Ritratto di un sogno” (fine)

1995

“Mario Giacomelli. Fotografie 1952 – 1955” Museum Ludwig, Cologne

“Mario Giacomelli” G.Ray Hawkins Gallery, Santa Monica

“Mario Giacomelli. La forma dentro (1952 – 1995)” Rocca Roveresca, Senigallia

“Mario  Giacomelli” mostra di M. G. assieme al gruppo Stimmung. Collelongo (AQ) 22/7 – 22/8

“Il territorio del linguaggio” Un racconto di segni sulle rovine realizzato

1996

“Mario Giacomelli fotografien”. Museum Sankt Ingbert Albert Weisgerben Stiftung

“Photographs“ A Gallery for fine Photography, New Orleans

“Vintage prints” James Danziger Gallery, New York

“Antologica Mario Giacomelli” Galleria Randazzo, Centro fotografico Blow Up. 29/3 – 13/4

Galleria Trisorio, Napoli

“Luigi, ti racconto il cane nero.” Laboratorio di cultura e di ricerca fotografica “Luigi Crocenzi” Sant’Elpidio a Mare. 3 agosto – 2 settembre.

 

1997

“Lourdes”. X festival Handicap, Nantes

“La notte lava la mente” Photology, Milano

“La notte lava la mente” Galleria Minima Peliti e Ass., Roma

“La notte lava la mente” galleria Photo & Co, Torino

“Mario Giacomelli: fotographie” Galerie Villa Aichele, Lorach

“Diversi? Ti chiesi” serie inedita realizzata come visione d’una poesia di Simone Giacomelli il quale rimane unico conoscitore della sequenza. 

1998

“Io sono nessuno” Istituto italiano d’Arte. Esposizione, dibattito, proiezione. Louvre, Parigi

“Mario Giacomelli” Centro Andaluz de la fotografia, Almeria

“Vintage Works 1952 – 1958” Photology, Londra

“Io sono nessuno” Istituto italiano di cultura, Londra

“La stessa terra. Mostra leopardiana” Centro culturale di Milano

 

1999

The Royal Photographic Society of Great Britain richiede ed ottiene la possibilità di annoverare Mario Giacomelli tra i suoi soci onorari

“Mario Giacomelli. Bando” XXVII Biennale di Alatri di Arte Contemporanea, Alatri

Galerie Agathe Gaillard, Parigi

 

2000

“La mia vita intera” Photology, Milano

Stephen Wirtz Gallery, San Francisco

Verso le 3 di notte del 25 novembre Mario Giacomelli muore nella sua casa di Senigallia, tra i suoi familiari.

“Ritorno” serie inedita nata dalla lettura di una poesia di Giorgio Caproni:

“RITORNO”

Sono tornato la

Dove non ero mai stato.

Nulla, da come non fu, è mutato.

Sul tavolo (sull’incerato

a quadretti) ammezzato

ho ritrovato il bicchiere

mai riempito. Tutto     

è ancora rimasto quale

mai l’avevo lasciato.

2001

“Mario Giacomelli” Palazzo delle Esposizioni, Roma

“Il mare dei miei racconti” Gallery 292, New York. Era il 14 settembre

“Mario Giacomelli”. Mole Vanvitelliana, Ancona

“Le stagioni di Mario Giacomelli”. Palazzo del Duca, Senigallia

“Mario Giacomelli”. Palazzo Comunale Monte Urano

“L’uomo”. Museo comunale d’arte moderna e della comunicazione, Senigallia

“La terra” Museo di Storia della Mezzadria, Senigallia

“Gente del Sud”. Fondazione Antonino Paraggi, Treviso

 

2002

“Poesia come realtà”. Museo del Santo, Padova

Vintage Prints. Galerie Berthet – Aittouares, Parigi

“Mario Giacomelli”. Photofusion, Londra

 

2003

Peter Fetterman Gallery, Los Angeles

Festival Europalia, Mundaneum, Mons

“50”. 50 unseen vintage prints early 50’s, Photology, Milano

 

2004

“L’Ermite de Senigallia”. Galerie Aittouares & Berthet – Aittouares, Parigi

 

2005

Ha inizio la catalogazione di tutta la vita creativa di Mario Giacomelli per volontà della famiglia, con il sostegno della Regione Marche, il Comune di Senigallia e quello organizzativo della Mediateca delle Marche. Il lavoro di digitalizzazione delle immagini e catalogazione viene eseguito da Katiuscia (nipote) per un quarto dell’intero Archivio e da Simone (figlio) per i restanti ¾ essendone esso rappresentante. Grazie a Laura Giulianelli per la correzione delle schede e a Federico Ranuzzi l’informatico.

“Metamorfosi” Biblioteca Nazionale di Francia, Parigi

 

2006

“Cose mai viste” Galleria Photology, Milano. Mostra e catalogo curati da Enzo Cucchi. Esposizione di opere inedite, realizzata con l’esclusivo materiale dell’archivio sito in Senigallia.

Prima Luce. Fotografie da Edward Weston a Mario Giacomelli, Palazzo del Monte di Pietà, Padova

Mario Giacomelli – Rizziero Arte, Pescara

Cabinet de dessins et de peintures – Atelier contemporain – Photographies – Galerie Aittouarès, Paris

AFAL 1956-1963 – El grupo Fotográfico – Centro Andaluz de Arte Contemporáneo (CAAC), Sevilla

Galleria Ca’ di Fra’ , “Mario Giacomelli” Milano

Group Exhibition – Robert Klein Gallery, Boston

Suoni e Visioni – Villa Croce Museo d´Arte Contemporanea, Genova

Monuments with a horizon line – BUCHMANN GALERIE, Berlin

Landscapes – LAMEC – BASILICA PALLADIANA, Vicenza

A Private History – Maison Européenne de la Photographie, Paris

 

 

2007


Mario Giacomelli, Istituto Italiano di Cultura, Chicago


Mario Giacomelli – Italia, 1925-2000 – Museo Nacional de Bellas Artes MNBA, Buenos Aires


Mario Giacomelli – Cose mai Viste – Rizziero Arte, Pescara

Mario Giacomelli, Istituto Italiano di Cultura Los Angeles, Los Angeles

Mario Giacomelli, Atlas Gallery, London


Il velo, Cesac – Centro Sperimentale per le Arti Contemporanee, Caraglio

Strange Reflections and the Lounge – Hilger modern, Vienna


Retratos de otro siglo. Colección fotográfica del Ayuntamiento de Vigo MARCO Museo de Arte Contemporánea de Vigo, Vigo

Cose mai viste, Galleria Valentina Moncada, Roma

From the Earth to the Moon: Metaphors for Travel (Part II) – Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Torino


Another View: Photographs from the Seresin Family Collection – Dunedin Public Art Gallery, Dunedin

Mario Giacomelli: Earthly Inferno – Bruce Silverstein Gallery, New York City

To Fly, Contemporary Aerial Photography – Boston University Art Gallery – BUAG, Boston, MA (USA)

Italie – doubles vision – Maison Européenne de la Photographie, Paris

Photography Collection: Rotation 4, MoMA – New York (USA)

Mario Giacomelli and Herbert List: Italy – Stephen Daiter Gallery, Chicago

 



copyright ©Simone Giacomelli

(per l'uso di immagini e testi siete pregati di contattarmi)